Minibasket 2016-11-08T20:36:41+00:00

Il progetto

Grazie al progetto LBP nella provincia di Como si ha finalmente una realtà in grado di permettere una crescita completa ai ragazzi, permettendo loro di fare un percorso complessivo dall’infanzia all’età adulta, dalle categorie del minibasket fino alle serie regionali.

Polisportiva Comense e Pallacanestro Como sono tra le società sportive di pallacanestro comasche più attive e si occupano rispettivamente principalmente del settore femminile, con particolare attenzione al minibasket, e maschile. Molto radicate nel territorio, le due società credono fermamente nella valenza educativa e sociale dello sport e assieme si stanno impegnando molto attivamente nella diffusione della pratica del minibasket, attraverso una proposta differenziata per le diverse fasce d’età.

La collaborazione tra le due società permette ai bambini non solo di cominciare un’attività sportiva e di imparare i fondamentali del basket, intendendo con essi anche i valori di questo sport, ma anche soprattutto offre loro una possibilità di crescita e sviluppo nel corso degli anni. La Pallacanestro Como e  la Polisportiva Comense sono infatti tra le poche società di basket che permettono ai bambini di continuare l’attività fino alle serie regionali.

Minibasket – Scuola basket

Nei nostri Centri Minibasket:

  • Gli allenamenti non esistono, ma ci sono lezioni, programmate coscientemente e gestite da istruttori (che non sono allenatori ma referenziate figure professionali secondo i dettami della Federazione Italiana Pallacanestro). Tutto quello che viene proposto in palestra è pertanto frutto di serietà, studio, esperienza e costante aggiornamento, ed ha sempre una motivazione intrinseca, non necessariamente evidente ai più… 🙂
  • Il nostro obiettivo non è creare campioni tecnicamente perfetti, ma cercare di valorizzare il potenziale umano e motorio insito in ogni singolo bambino attraverso il minibasket. Crediamo fortemente che il minibasket sia uno strumento educativo e formativo, che aiuti a diventare persone migliori.
  • Le partite che vengono disputate insieme (e non contro) alle altre squadre devono essere momenti di festa e di gioco collettivo, in cui i bambini imparano a mettersi alla prova, ad affrontare l’emozione di essere davanti ad un pubblico e ad avere rispetto (delle proprie cose, del campo, dei compagni, dell’avversario, …) e consolidano il concetto di squadra e di collaborazione reciproca.

Lo sport è una palestra di disciplina, correttezza, rispetto, metodo, lealtà e impegno che prepara concretamente al mondo degli adulti. I compito primo dei nostri Istruttori è quindi quello di proporre e far rispettare le regole attraverso il gioco, richiedendo un comportamento adeguato e stimolando i bambini alla sana e innata competizione.